La figura dell’RSPP nel condominio

In ambito condominiale una figura che viene spesso ed indebitamente trascurata è quella dell’RSPP, cerchiamo quindi in queste righe di spiegare brevemente l’importanza e la necessità della nomina di questa figura.

Chi è l’RSPP in breve

L’RSPP è una figura inerente il campo della sicurezza sul lavoro. La sigla RSPP sta a significare Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione ed indica la figura che secondo la norma stabilita dal D. Lgs. 81/08 (Testo Unico) ogni azienda deve avere: la sua nomina è obbligatoria.

L’RSPP è quindi una figura fondamentale della sicurezza.

La sua esistenza prevede che gli vengano assegnate tutte quelle azioni e funzioni che sono rivolte alla soluzione di problemi legati alla sicurezza aziendale, con l’intento di individuare e prevenire insorgere di nuove possibili criticità nella sicurezza ed indicando soluzioni che possano porre rimedio a problematiche esistenti.

Il R.S.P.P. deve essere capace di organizzare e attuare tutte le attività necessarie a garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori quali, ad esempio, le adeguate procedure e le modalità di lavoro all’interno dell’azienda, la scelta e l’uso delle attrezzature di lavoro, l’organizzazione di uffici e dei reparti, la formazione dei singoli lavoratori.

Il datore di lavoro può fare l’RSPP?

Il ruolo di RSPP può essere assolto dal datore di lavoro stesso, previa certificazione del possesso dei titoli e dei requisiti necessari, ma, solitamente, viene ricoperto da una figura professionale esterna alla quale è demandato detto compito.

Normalmente la figura dell’RSPP è nominata esternamente per i seguenti motivi:

  • La formazione è lunga, costosa e deve rispettare tutti i requisiti richiesti dall’accordo Stato Regioni
  • I prerequisiti per assumere il ruolo RSPP richiamano un titolo di istruzione superiore
  • Aggiunge obblighi e mansioni aggiuntive che possono sensibilmente aumentare l’attività lavorativa quotidiana

Quali requisiti deve possedere un Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione?

I prerequisiti richiesti sono elencati in maniera esaustiva dalla legge: in particolare si fa riferimento all’Art. 32 comma 2 del 81/08.

“Per lo svolgimento delle funzioni da parte dei soggetti di cui al comma 1, è necessario essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore nonché di un attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative. Per lo svolgimento della funzione di responsabile del servizio prevenzione e protezione, oltre ai requisiti di cui al precedente periodo, è necessario possedere un attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a specifici corsi di formazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e da stress lavoro-correlato di cui all’articolo 28, comma 1, di organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali. I corsi di cui ai periodi precedenti devono rispettare in ogni caso quanto previsto dall’Accordo sancito il 26 gennaio 2006 in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14 febbraio 2006, e successive modificazioni.”

Il testo per intero è consultabile presso il sito dell’ispettorato del lavoro:

https://www.ispettorato.gov.it/it-it/Documenti-Norme/Documents/Testo-Unico-Dlgs-81-08-edizione-di-luglio-2018.pdf

E per quanto riguarda il condominio?

Qualora nel condominio sia presente almeno un lavoratore, si applica obbligatoriamente il D. Lgs. 81/08 ed è per tale motivo necessaria la nomina dell’RSPP.

Nell’eventualità che l’amministratore di condominio desideri assumere su di sé le responsabilità in capo all’RSPP deve procedere formandosi adeguatamente, dimostrare di averne e i prerequisiti e diploma di istruzione secondaria;

attestati di frequenza con verifica dell’apprendimento a specifici corsi di formazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi, così come previsto dall’Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016.

Il fatto stesso che l’Amministratore ricopra anche il ruolo dell’RSPP lo inserisce in un ruolo che aumenta considerevolmente gli obblighi e le responsabilità in ambito della sicurezza in capo ad un’unica figura aggravandone il carico lavorativo.

Necessiti di procedere con l’assegnazione dell’ RSPP per il condominio?

Contattaci oggi stesso per una consulenza professionale ed una valutazione gratuita della tua situazione attuale.